Nogarin, ma con uno sguardo al passato

di Otello Chelli

Filippo Nogarin è stato indagato per concorso in omicidio colposo per l’alluvione. Credo sia molto giusto, ma sarebbe ancora più giusto se la magistratura ponesse tra gli indagati perlomeno i tre sindaci precedenti e verificasse le licenze edilizie concesse negli ultimi vent’anni, quelle licenze che hanno riempito di ville, abitazioni e decine di villette a schiera le nostre colline, autorizzando disboscamenti micidiali e opere come l’Aula Mariana sul Sacro Colle e anche su chi ha taciuto sulla diga delle suore a Montenero e su una cementificazione massiccia e insostenibile, foriera di tutti i danni che Livorno ha subito. Tanto per dare un significato alla parola: “La legge è uguale per tutti”.