Parte sabato 13 novembre la 1^ edizione WDI

Ai nastri di partenza la prima edizione di WID quale promozione dell’enoturismo nazionale. Salvetti: Livorno ben felice di ospitare questa manifestazione per rilancio turistico della città. Il link del programma a fondo pagina

di Roberto Olivato

Presentata questa mattina 10 novembre in conferenza stampa, la prima Edizione di “Wine Destinations Italia” evento enoturistico che si svolgerà nei giorni sabato 13 e domenica 14 novembre presso il Terminal Crociere e al Silos dei Magazzini Tirreno. A parlarne il sindaco e presidente del Lem Luca Salvetti, Simone Nannipieri responsabile dell’evento per conto della Scuola Europea Sommelier, Carmen Licata delegata della scuola, Claudia Pavoletti e Giovanni D’Agliano membri del CdA Lem. La manifestazione che vedrà la partecipazione di 12 Regioni, 72 Cantine, 4 Consorzi, 10 Associazioni, sarà integrata da tredici convegni per approfondimenti sull’enoturismo e nel corso della due giorni dell’Wdi grazie al progetto ” Livorno in Vetrina “ diversi ristoranti selezionati a proporranno un menu realizzato con materie prime ed ingredienti locali. L’evento è organizzato con il patrocinio di Mipaaf, Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Suvereto, CCIAA Maremma e Tirreno, Strada del vino e dell’olio Costa degli Etruschi.

L’introduzione della conferenza da parte di Salvetti ha evidenziato l’importanza che tale manifestazione rappresenta per la città ” Livorno sta vivendo un forte rilancio del turismo, dopo lo scorso anno di pesante pandemia e siamo ben lieti di ospitare questo evento che servirà a rilanciare il settore enoturistico, che rappresenta per il nostro territorio una valenza economica e di posti di lavoro. La prestigiosa manifestazione sarà l’ennesimo segnale di ripartenza della città.

Ad entrare nei dettagli dell’evento Simone Nannipieri ” Wid servirà a rilanciare il settore vinicolo che il 14 novembre festeggerà la Giornata mondiale del vino facendo diventare Livorno capitale dell’enoturismo che permetterà alla cantine di assumere il ruolo di punti di riferimento tra vino e territorio di riferimento. Nel corso della due giorni saranno piantati alberi in funzione dell’enosostenibilità per la compensazione della Co2. L’evento sarà caratterizzata anche dalla sostenibilità negli allestimenti che prevedono allestamenti minimalisti, vettovaglie ecosostenibili e materiali riciclabili. Un’attenzione anche al settore della sicurezza che partendo dal Green pass per partecipanti e visitatorei, prevede un punto sanitario all’esterno della struttra ed un’areazione dei locali dopo ogni momento partecipativo.”

Partendo dalle leggi Livornine dove la multietniticità e la multiculturalità hanno caretterizzato la nascita di Livorno, Carmen Licata ha spiegato il perchè di Wine Destinations Italia ” Dopo quasi due anni di attesa abbiamo pensato d’intraprednere questo nuovo percorso post Covid, per permettere all’enoturismo di riappropiarsi del proprio ruolo quale sviluppo di tanti territori. L’evento nasce dalla collaborazione di tanti privati ed associazioni finalizzati alla crescita delle economie non solo rurali,, potendo contribuire alla ripartenza del sistema italiano. Come scuola di sommelier a gennaio partiremo con un corso rivolto alla comunità cinese che servirà ad abbattere un muro verso l’esportazione della nostra cultura  vitivinicola verso la Cina.”

Il motivo della partecipazione del Lem è stata spiegata da Claudia Pavoletti E’ con piacere che abbiamo deciso di metterci a disposizione degli organizzatori della manifestazione per valorizzare il territorio non solo da un punto di vista dell’enogastronomia, ma anche per far conoscere la nostra arte e le bellezze dei nostri territori, anche perchè questo evento sarà protaggonista nel contesto nazionale ggrazie anche ai tanti convegni organizzati.” 

WDI PROGRAMMA