Priorità ed urgenze nel Bilancio comunale

Bilancio, la Giunta al lavoro per una manovra di riequilibrio. Circa 3 milioni e 600 mila euro il valore complessivo del Bilancio Triennale senza aggravi per le tasche dei cittadini . Prioritaria la copertura dei tagli al sociale e cultura

E’ tempo di analizzare i conti del Comune per la nuova Giunta insediata da due settimane. A tempo di record l’assessora Viola Ferroni, coordinata dalla struttura tecnica, ha individuato le priorità e le urgenze da affrontare già dai prossimi giorni.
“ Un Bilancio formalmente corretto, e non avrebbe potuto essere altrimenti, quello che ci è stato consegnato dalla precedente Amministrazione – dichiara l’assessora al Bilancio Viola Ferroni– nel quale tuttavia si percepisce in modo piuttosto evidente la mancanza di indirizzi amministrativi. La struttura comunale è depotenziata e non riesce ad esprimere al meglio le proprie capacità”. Alla luce di questo, l’assessora Ferroni e gli uffici stanno lavorando ad una manovra di riequilibrio articolata da un lato, a fronteggiare le situazioni individuate come prioritarie, a cominciare dalla copertura di tagli al sociale e alla cultura, dall’altro a rendere operative alcune delle decisioni politiche assunte dal sindaco Luca Salvetti durante la campagna elettorale, come l’abolizione del pagamento del contrassegno per i residenti. La manovra di riequilibrio sarà presentata al Consiglio Comunale entro fine mese ed avrà un valore complessivo sul Bilancio Triennale di circa 3 milioni e 600mila euro. Non ci saranno comunque aggravi per le tasche dei cittadini in quanto le variazioni saranno finanziate con l’applicazione dell’avanzo per un valore di 1milione e 400mila euro ed il resto spingendo sul recupero delle morosità e dell’evasione fiscale.
“Tanto è il lavoro da fare”- aggiunge la Ferroni- per rimettere a punto la macchina amministrativa rendendola uno strumento utile per un progetto di crescita della città di Livorno e per dare le risposte che i cittadini si aspettano da questa Amministrazione.”