Programma PinQua per una rigenerazione urbana

Nelle due proposte presentate dal Comune al bando interministeriale PinQua, previsto anche l’ampliamento del Parco Pertini che metterà a tacere le preoccupazioni di chi immaginava una cementificazione del parco con l’arrivo del nuovo ospedale. Prevista riqualificazione area Dogana D’Acqua.  

di Roberto Olivato

Presentato in conferenza stampa questa mattina 6 aprile, presso la sala Cerimonie del Comune, il programma PinQua ( Programma Innovativo per le Qualità dell’Abitare). A parlarne l’assessora all’Urbanistica Silvia Viviani, il sindaco Luca Salvetti e l’architetto Camilla Cerrina del Settore Urbanistica e Programmi Complessi, il programma che il Comune presenterà al bando interministeriale, indetto dal Ministro dell’economia e delle Finanze ed il Ministro per i beni e le attività culturali per il turismo e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16/11/2020.

Il bando offre un finanziamento per la rigenerazione urbana delle città capoluogo di provincia, per concorrere alla riduzione del disagio abitativo ed all’incremento della qualità dell’abitare.

Il Comune di Livorno si candida con due proposte per un importo complessivo di 41.858.117 euro di cui 17.877.530 euro di contributo statale e 23.980.587 euro di apporto di altri soggetti cofinanziatori pubblici e privati, fra i quali Asa, Casalp, Autorità Portuale ed altri soggetti. Ad entrare nei dettagli l’assessora Viviani:

” Abbiamo presentato due proposte– ha spiegato la Viviani- una prevede la “rigenerazione” dell’ambito Cisternone/Nuovo Presidio Ospedaliero, Stazione, l’altra proposta è riferita all’area di Dogana d’Acqua, come spiegato dalla Viviani:. “Per “rigenerazione urbana” s’ intende un complesso d’ interventi sia infrastrutturali/edili riguardanti misure atte a un’ integrazione sociale delle categorie più fragili. Quindi un misto di azioni che, partendo dal profilo urbanistico edilizio e dall’innalzamento della qualità dell’abitare, vadano ad agire in profondità , rappresentando un motore per una vera “rinascita” sociale ed economica dei quartieri.”

Il Programma assegna la priorità agli interventi di riqualificazione del patrimonio esistente, tanto che gli interventi di “nuova costruzione” saranno ammessi a finanziamento solo in maniera residuale e per specifiche operazioni di “densificazione”.
“Gli interventi innovativi – ha precisato Salvetti- saranno a beneficio di parte della città e riguarderanno il sociale, casa, lavori pubblici, edilizia. Le nostre due proposte saranno in competizione con altre città italiane, quindi speriamo di aver presentato dei progetti validi che ci permettano di attingere ai finanziamenti previsti, che prevedono la presentazione entro metà giugno e l’approvazione entro il mese di agosto.”

Questi in sintesi gli interventi previsti nelle due proposte del Comune che riguarderanno l’area del Cisternone, il nuovo presidio ospedaliero, quartiere stazione:

171 alloggi ristrutturati nel quartiere stazione ( interventi sull’involucro edilizio e sugli impianti tecnologici e di distribuzione a servizio degli immobili di acqua, gas, energia elettrica e fognaria per 8 blocchi Erp ( edilizia residenziale pubblica) con contestuale riqualificazione delle corti con nuova pavimentazione e manutenzione straordinaria.

Ripavimentazione e riqualificazione di via Trento, con fioriere, sedute, nuovi impianti d’illuminazione ed altri elementi di arredo urbano, con riuso dei locali annessi ai blocchi per spazi comuni e servizi integrati all’abitare al fine di favorire l’inclusione sociale e la creazione di comunità.

Ampliamento del Parco Pertini sul retro del Cisternone, a seguito della delocalizzazione dell’area dei depositi comunali e di una parziale annessione degli spazi attualmente in uso da parte di ASA., l’ampliamento consente la realizzazione di una nuova pista di pattinaggio, la nuova pista ciclabile all’interno del parco, la creazione di un percorso fitness.

Intervento di housing sociale (edilizia residenziale) con 30 alloggi in affitto sostenibile e piano terra a spazi comuni.

Ampliamento, riqualificazione e miglioramento dell’acceso del parcheggio Del Corona, con la realizzazione di un nuovo piano e copertura del parcheggio dove si prevede possano essere organizzati eventi, cinema all’aperto o altre attività.

Due nuove piazze nell’ambito della Dogana d’Acqua, la prima davanti alla sede Cral-Asa ed una piazza interna all’ex Caserma Lamarmora, con nuovo spazio sociale, ristrutturazione locali palestra e tre abitazioni a canone concordato.