Ricordati i Caduti a Collesalvetti

di Laura Petreccia e Vito Capogna

Collesalvetti ha festeggiato il 4 Novembre, giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, presso ogni monumento eretto in memoria dei propri caduti, presente in ogni frazione del comune. A Guasticce la cerimonia si é svolta in collina presso una Cappellina eretta nel 1923 quale custode della storia e di chi l’ha scritta. All’interno della chiesetta il sindaco Adelio Antollini accompagnato dal presidente del Consiglio Comunale Enrico Fontini, ha deposto una corona d’alloro mentre una fisarmonica suonava l’Inno di Mameli cantato da una scolaresca elementare di Guasticce. Le note del silenzio hanno sottolineato il minuto di raccoglimento in onore dei Caduti. Dopo la deposizione, la parola é passata ad un reduce della seconda Guerra Mondiale ed al presidente dell’ANPI di Collesalvetti: ” L’unità nazionale è una parola oggi tante volte banalizzata. Questa ricorrenza ci ricorda che questa unità, che  è arrivata attraverso sacrifici, dolori e scelte.” A sottolineare il suo pensiero la lettura dell’articolo 11 della Costituzione che recita: l’Italia ripudia la guerra e ogni forma di violenza. La cerimonia si é conclusa con l’invito del sindaco a ” riscoprire tutti assieme i valori forti di comunità”