S. Pio X in Festa

Dopo tre anni riprende la festa di fine estate. Caccia al tesoro, gastronomia e musica, ma anche momenti di preghiera nella tre giorni di settembre

In occasione della festa della natività della Beata Vergine Maria, presso la chiesa di san Pio X posta nel popolare quartiere della Cigna in via delle Sorgenti, prenderà il via una tre giorni dal titolo Festa fine Estate che vedrà  la parrocchia impegnata nella gestione di vari eventi come ci ricorda il parroco don Luciano Contini. Don Luciano da quanti anni esiste questa manifestazione? “  L’idea nacque molti anni fa, quando io non ero ancora parroco. Dopo vari spostamenti di date, fissate inizialmente a settembre, poi a maggio e giugno, quest’anno dopo tre anni di sospensione abbiamo ripreso col mese di settembre”. Per organizzare un tale evento ha avuto bisogno di molti volontari ? “ Assolutamente no, nell’organizzazione sono presenti tre donne per la cucina e circa sei o sette ragazzi per approntare i vari eventi, fra i quali è prevista una caccia al tesoro che stiamo mettendo a punto ”. Come mai è stato scelto settembre? “ Innanzitutto per la ricorrenza della festività di Maria e poi anche perché settembre rappresenta il rientro dalle vacanze dei nostri parrocchiani, ai quali desideriamo far festa” . Il ricco programma che si aprirà con un apericena la sera di giovedì 7, entrerà nel vivo  venerdì  8 settembre con  La Luminara. Il giorno dopo sabato 9,  la giornata si  arricchirà di avvenimenti aperti da una simpatica caccia al tesoro, un interessante dibattito che anziché trattare delle problematiche del quartiere cercherà di far conoscere le positività dalle quali attingere per  combattere il dilagante pessimismo, come ha anche deciso di fare il nostro quotidiano ilruspante.news  che per questo è stato creato. Il programma della serata di sabato e della tre giorni, si chiuderà con gustose sorprese gastronomiche e musica.

                                                                                                                                                               Roberto Olivato