Sant’Egidio la Comunità delle 3 P

Mezzo secolo a favore dei più deboli ed emarginati, questo il traguardo raggiunto dalla Sant’Egidio, la Comunità delle tre P. 

di Roberto Olivato

Nella ricorrenza della Pentecoste, festeggiati i 50 anni della Comunità di Sant’Egidio nella chiesa di San Giovanni con una S.Messa celebrata da monsignor Vncenzo Paglia consigliere spirituale della Comunità e presidente della Federazione Biblica cattolica internazionale, che nell’omelia ha tracciato il senso della Sant’Egidio “ Questa Comunità nata il 7 febbraio 1968 nata quasi come scommessa, ne ha fatta di strada e da Roma ha raggiunto tanti altri Continenti con oltre sessantamila persone che vivono la gioia del Vangelo andando verso il prossimo” Proseguendo nella sua omelia ha riportato alcune parole di Papa Francesco, che riferendosi alla Sant’Egidio l’ha ribattezzata come la Comunità delle 3 P e cioè Preghiera, Poveri, Pace. ” Sono veramente felice di essere fra voi oggi qui a Livorno- ha proseguito monsignor Paglia- perché quale città di mare identifica appieno lo spirito della nostra Comunità, che è quello di aprirsi ed andare verso il prossimo e chi meglio di una città di porto, può identificare questa nostra peculiare vocazione?” Gli occhi attenti e lucidi dei presenti alla celebrazione Eucaristica, erano la prova che le parole di Paglia avevano colpito nel segno, o meglio nel cuore dei tanti volontari ma anche delle tante persone di varie etnie, che verso la Comunità avrebbero anch’esse voluto esprimere parole di riconoscenza per quanto quotidianamente ricevuto in affetto e dove la forza dell’amicizia collettiva permette a molti di superare le difficoltà che la vita quotidianamente presenta loro. Presenti alla ricorrenza il questore Orazio D’Anna ed il Comandane l’Accademia Navale Ammiraglio Pierpaolo Ribuffo.