Una luttuosa Pasqua per i cristiani

La resurrezione ha sconfitto la morte dell’inferno. Il vescovo attacca la stampa: deve smetterla di parlare solo quando avvengono stragi di cristiani, sottacendo le persecuzioni quotidiane. 

di Roberto Olivato

Una domenica di Pasqua in Cattedrale col vescovo Simone Giusti alla presenza di tantissimi fedeli, quella della S.Messa di stamattina . “L’inferno è la morte per sempre- queste le prime parole del vescovo Giusti nella sua omelia– ma la Pasqua è la vita per sempre. La resurrezione di Cristo ha dimostrato che la morte si può sconfiggere con l’amore in Dio, che è l’energia primordiale che deve accompagnarci per tutta la vita terrena, in attesa dell’incontro nell’al di là”. Nelle parole del vescovo un attacco agli organi di stampa, per l’imperversante silenzio che avvolge tutto ciò che sia riferibile alla Chiesa ed ai miracoli che quotidianamente avvengono in ogni parte del mondo, quasi a voler sottacere l’esistenza del sovrannaturale che è sempre presente fra di noi. “Anche in riferimento alle persecuzioni di cristiani, – ha proseguito Giusti- se ne parla solamente quando si è di fronte ad una strage come quella di oggi in Sri Lanka, ma quante altrettanti morti silenziose avvengono quasi quotidianamente in ogni parte del mondo e di cui nessuno ne parla? Dove sono gli organi d’informazione nelle persecuzioni che ogni giorno avvengono in Siria, Indonesia, Arabia Saudita, Somalia, Cina e tanti altri Paesi dove non vi è libertà di culto? ”. Una Pasqua, quella di quest’anno, funestata da una tremenda strage che ha causato oltre duecento morti e che ci riporta come ha sottolineato il vescovo, “ Ai tempi degli antichi romani. Davanti a queste immani tragedie, è necessario intervenire non con la violenza ma con il dialogo fra tutti gli Stati, perché sia garantita la libertà di culto in ogni angolo del mondo. Per noi cristiani ci sia di conforto l’amore di Dio, verso il quale deve tendere la nostra condotta di vita nella preghiera”. Al termine della celebrazione Eucaristica la tradizionale benedizione delle uova pasquali.