Una pergamena a Giulia Aringhieri atleta e campionessa paralimpica

Momenti di commozione alla premiazione della campionessa Giulia Aringhieri: ” Con volontà, impegno e caparbietà si possono superare i momenti più difficili “. Salvetti: ” Grazie ai nostri atleti Livorno sempre più nel mondo “

di Roberto Olivato

Questa mattina 11 gennaio, nella Sala Cerimonie a Palazzo Comunale, il sindaco Luca Salvetti ha donato una pergamena di riconoscimento a Giulia Aringhieri, campionessa nazionale di Sitting Volley ed atleta paralimpica. Presenti alla cerimonia Gianni Giannone, presidente provinciale Coni, Valerio Vergili garante della Disabilità, Massimo Porciani presidente del Comitato Italiano Paralimpico, sezione Toscana, Michela Castellani responsabile Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali.

” Questa sorta di appuntamento fisso, iniziata dall’insediamento di questa Amministrazione– ha esordito Salvetti- ha voluto da sempre sottolineare il riconoscimento ad atleti livornesi, quale dimostrazione della gratitudine della città ad uomini e donne che portano Livorno nel mondo. A Giulia– ha proseguito Salvetti- avevo dato appuntamento da tempo, prima delle Olimpiadi ed europei ed oggi è qui fra noi a dimostrazione della sua forza d’animo che l’ha portata ad essere medaglia d’argento agli europei di Sitting Volley in Turchia e che l’ha vista premiata quale migliore “Muro”. La vittoria è importante perché permette l’accesso ai campionati mondiali paralimpici del 2022 che avranno luogo in Giappone.”

Un’emozionatissima Giulia Aringhieri ringraziando l’Amministrazione per l’inaspettato premio, ha voluto condividere il riconoscimento con tutta la sua squadra: “ Sono felice ed onorata di ricevere questo premio, arrivato dopo anni d’impegno e sacrificio. Non posso dimenticare che appena cinque anni fa non esisteva una rappresentativa italiana di Sitting Volley, oggi siamo vicecampionesse europee per la seconda volta ed abbiamo acquisito un’ esperienza importante alle Paralimpiadi di Tokyo. Il mio ringraziamento più profondo va alla mia squadra che mi ha sempre incoraggiato e supportato, senza di loro, questo premio non sarebbe mai arrivato. Voglio condividerlo– ha concluso Giulia con al fianco il suo bambino- con tutte le mie compagne e con chi ci allena ogni giorno, ma anche con la mia famiglia e con mio figlio in particolare, grazie a lui, al suo affetto ed al suo incoraggiamento mi è stato possibile superare momenti difficili ”.

Il messaggio di Giulia rivolto ai giovani è stato forte e chiaro: ” Con volontà, impegno e caparbietà si possono fare molte cose  e superare anche i momenti più difficili. Momenti difficili in una preparazione atletica esasperata dal Covid, ma che assieme a tutta la squadra abbiamo saputo superare con enormi sacrifici e grazie alla profonda amicizia instaurata fra tutta la squadra dove, con le compagne eravamo unite non solo sul campo, ma anche nella vita e questa è stata la forza che ci ha permesso di realizzare i nostri sogni. “

Questo il testo della pergamena:

” L’Amministrazione Comunale di Livorno esprime il più sentito ringraziamento a Giulia Aringhieri, campionessa dela Nazionale di Sitting volley, per aver partecipato ai Giochi paralimpici di Tokyo 2020 e per essere atata eletta ” Miglior muro d’Italia” ai Campionati europei in Turchia”