Prosegue il tempaccio

Non vorremmo passare per menagramo, ma purtroppo il maltempo che avrebbe dovuto limitarsi ad oscurare questo fine settimana del 2 e 3 novembre, in realtà proseguirà anche nelle giornate successive accompagnandoci sino a mercoledì 6. Sono bastate poche settimane per farci dimenticare il rischio siccità che aveva caratterizzato tutta la scorsa estate, con fiumi in secca, campagne aride, in alcune zone acqua razionata, ghiacciai pronti a liquefarsi. Ebbene sono bastate poche settimane per farci passare dall’aridità più assoluta ad inondazioni, conseguenti ai forti acquazzoni abbattutisi in poche ore e che continueranno, come da previsioni LaMMa, sino a metà settimana. Del resto siamo in autunno.

Lunedì Stato del cielo e fenomeni: nuvoloso con possibilità di piogge, in particolare sulle zone settentrionali. Schiarite anche ampie sulle zone meridionali.
Venti: fra moderati e forti dai quadranti occidentali.
Mari: agitati a nord dell’Elba, in attenuazione nella seconda parte della giornata. Molto mossi altrove.
Temperature: minime in calo, massime stazionarie.

Martedì  Stato del cielo e fenomeni: perturbato con piogge diffuse e locali temporali, inizialmente sul nord-ovest, in estensione alle altre zone.
Venti: fra moderati e localmente forti sud-occidentali.
Mari: molto mossi.
Temperature: minime in aumento, massime stazionarie o in lieve calo

Mercoledì  Stato del cielo e fenomeni: nuvolosità variabile con rovesci sparsi.
Venti: fra deboli e moderati sud-occidentali.
Mari: molto mossi in attenuazione a mossi.
Temperature: in calo.

Per il resto del territorio toscano, si sono verificati smottamenti nella provincia di Massa con la caduta di alcune piante sulla viabilità comunale a Pontremoli e Zeri. Sulla strada provinciale 66, la strada dei due santi che porta da villaggio degli Aracci verso il passo dei due santi, la strada è chiusa in entrambe le carreggiate.