Una start up turistica

Bando per il servizio di start up dell’Ambito Turistico Livornese. Scade alle ore 10 del 1° luglio. L’affidamento durerà sei mesi e prevede un compenso a base di gara di €. 69.672 al netto dell’iva

Ancora pochi giorni per partecipare al bando per il servizio di start up dell’Ambito Turistico “Livorno”. Le domande possono essere presentate, tramite il portale START della Regione Toscana (https://start.toscana.it), entro le ore 10 di mercoledì 1 luglio. Il soggetto aggiudicatario, nell’arco dei sei mesi di durata del servizio, dovrà mettere in atto una serie di azioni per far “crescere” l’Ambito e, di conseguenza, la qualità dell’offerta turistica del territorio e la sua capacità di farsi meglio conoscere e apprezzare da operatori del settore e turisti.

Possono candidarsi soggetti con comprovata esperienza nell’organizzazione dell’offerta turistica in ambito sovracomunale. Per l’appalto del servizio è previsto un compenso a base di gara di €. 69.672,00 al netto dell’Iva (€. 84.999,84 Iva compresa).

Il bando è stato pubblicato dal Comune di Livorno, soggetto capofila dell’Ambito Turistico Livornese, costituito nel settembre dello scorso anno e che comprende, oltre Livorno, i comuni di Collesalvetti e Capraia Isola.

Così come previsto dalla legge regionale 86/2016 (Testo Unico del Sistema Turistico Regionale), all’interno degli Ambiti territoriali i Comuni svolgono, in forma associata, le funzioni di accoglienza e informazione turistica a carattere sovracomunale. Il progetto di start up presentato dai tre Comuni dell’Ambito si avvale del contributo – finanziario e di coordinamento – di Toscana Promozione Turistica.

Gli obiettivi vanno dalla costruzione di un sistema coordinato per la gestione della rete regionale IAT (uffici Informazione e Accoglienza Turistica) all’implementazione di servizi per l’organizzazione dell’offerta turistica locale, all’elaborazione di linee d’azione di lungo periodo e di una segnaletica turistica uniforme e riconoscibile.

Le “azioni” sono molteplici: elaborazione entro i primi 30 giorni di un piano di azione di breve termine e di una campagna di comunicazione destinata al mercato regionale e nazionale per migliorare l’immagine turistica dell’Ambito e la sua attrattività già a partire dall’attuale stagione estiva; ideazione e progettazione del concept grafico dell’Ambito “Livorno”, comprensivo del logo/marchio identificativo e dell’immagine unica coordinata destinata ad un pubblico nazionale ed internazionale e da utilizzare su canali web e supporti cartacei; dovrà essere realizzato un portale web di Ambito, in coerenza con il portale regionale visittuscany.com, e quindi strutturato in sezioni riguardanti Idee, Itinerari, Proposte di viaggio, Eventi. Il portale di Ambito sarà arricchito con i contenuti già definiti dai singoli Comuni. L’aggiudicatario dovrà inoltre provvedere, nei primi 30 giorni di attività, all’attivazione o alla riorganizzazione dei canali social di base (Facebook, Instagram, Twitter e YouTube) al fine di promuovere nei diversi periodi dell’anno le attività, i prodotti turistici, le manifestazioni che si svolgono nell’Ambito Turistico.

Entro i primi 90 giorni dovrà poi essere elaborato un quadro conoscitivo della situazione turistica attuale, in termini di attori, servizi, punti di forza e di debolezza, e un’analisi delle potenzialità del territorio, finalizzata a far emergere l’idea trainante, il comune denominatore a cui dovranno poi riferirsi strategie e programmi di sviluppo turistico.

Dovranno essere implementate metodologie e strumenti informativi e tecnologici per organizzare, integrare e mettere in rete, in maniera stabile e continuativa, tutti i soggetti pubblici e privati che operano nel settore, tutte le risorse e tutti i servizi disponibili nei tre Comuni dell’Ambito. È anche previsto lo sviluppo di nuovi pacchetti turistici e di una strategia di marketing territoriale. Il progetto tiene anche conto degli strumenti messi in campo da Toscana Promozione Turistica per fronteggiare la situazione del comparto in conseguenza dell’emergenza da Covid-19, per la riorganizzazione dell’offerta turistica in base al nuovo scenario che si sta delineando, con azioni da intraprendere per stimolare la creazione di nuove proposte in linea con la Campagna Italia Estate 2020.