Per Pacciardi e Biasci, Sanità toscana un colabrodo

Conferenza stampa su ‘Livorno e la Sanità’ tenuta dalle Eurodeputate Anna Cinzia Bonfrisco e Luisa Regimenti, Lega Salvini Premier, protagoniste con Roberto Biasci, consigliere uscente Regione Toscana e candidato capolista per il Consiglio Regione Toscana, e
Giulia Pacciardi, candidata per il Consiglio Regione Toscana, oggi, martedì 15 settembre 2020 al Porto Vecchio.
Biasci e Pacciardi hanno attaccato sui tamponi molecolari su base volontaria al porto di Livorno, per i passeggeri in partenza e in arrivo messi in atto dalla Regione Toscana per contenere e controllare la diffusione del Coronavirus.
“Che fosse un chiaro spot elettorale l’abbiamo detto subito quasi un mese fa- hanno ricordato i due candidati alle Regionali-. Adesso è emersa tutta la disorganizzazione legata a questa iniziativa elettorale pagata con i soldi pubblici. Ci sono persone bloccate in casa da settimane in attesa dei risultati dei tamponi che non arrivano. Ancora una volta– hanno sottolineato Pacciardi e Biasci- è stato dimostrato come si tratti di un controllo colabrodo. Con una spesa a carico dei cittadini toscani per l’impiego di personale specializzato dodici ore al giorno per controlli che sono per una minima parte di persone che hanno viaggiato insieme sulla stessa nave, e quindi, se positive, già potenzialmente contagiate. Il tampone va fatto prima di partire. Questo è uno spreco di risorse”.
Le due europarlamentari giunte a Livorno in supporto della Pacciardi e Biasci, hanno evidenziato le difficoltà ed assurdità del Governo circa la gestione della Pandemia, non ultimi i tamponi dove la facoltà di sottoporsi ai test, rende vano qualsiasi controllo della reale situazione, permettendo la libera circolazione di soggetti contagiati, come hanno notato anche al porto di Livorno. Anche sulla scuola le critiche non si sono fatte attendere per la carenza d’insegnanti, mascherine, banchi. Carenza a cui si sarebbe potuto far fronte visti i quattro mesi concessi dal lockdown. L’unico modo per dare una svolta alla Toscana, è di mandare al governo regionale una nuova squadra e Lega e centrodestra sono pronti.