Cocktail zodiacale Pesci

Ecco l’articolo per tutti quelli che hanno emesso il loro “Primo Vagito” mentre il sole attraversava il segno dei Pesci.

di Riccardo Ferrari

 

PESCI

Nome latino: Pisces
Icona: due pesci incrociati
Riferimenti mitologici principali: Vishnu e Varuna ( antica India), leggenda di Derceto, mito di Arione, ottava fatica di Ercole, Cristo Salvatore.

Antico detto contadino

Di marzo, la serpe esce dal balzo
A luna calante non salare.
A luna crescente non tosare.
Il letame troppo forte
alle piante dà la morte.

E’ il dodicesimo segno dello zodiaco e l’ultimo dell’inverno.
E’ il terzo segno d’acqua ( freddo e umido, fertilizzante, del mare), femminile, mobile ( indica il cambiamento di stagione).
Qui il pianeta Nettuno ( sensibilità fisica, flessibilità, divinità) e, Giove ( sensualità, espansione), sono in domicilio, il luminare Luna (interiorità) è in esaltazione, il pianeta Mercurio ( logica) è in esilio, ed il pianeta Urano ( altruismo, capacità decisionale), è in caduta.
Non è più inverno, ma non è ancora primavera.
La neve non si è ancora disciolta, ma già l’atmosfera si fa meno fredda. Le piogge abbondanti irrorano il terreno mettendo a nudo gli strati più profondi.
I crochi fioriscono e a marzo il vento stacca i rami secchi.
Questo passaggio di stagione, richiama molto bene le caratteristiche psicologiche dei Pesci.
In questo momento di transizione, tra la fine dell’inverno e le prime avvisaglie della primavera, anche le nevi iniziano a sciogliersi spuntano le prime piante.
Tutto è ancora identico ma ogni cosa si prepara a rinascere.

Mitologicamente
Dal 20 febbraio al 21 marzo circa
– Fine inverno – Segno d’acqua

Molto estro e forti intuizioni
Nettuno, espressione di metamorfosi continua ha il suo domicilio in questo segno.
Misteriosamente affascinante, mutevole e decisamente e decisamente in contraddizione hai una sensibilità che vibra acutamente alla minima oscillazione.
Il tuo temperamento è marcato da una forte ambivalenza. Il tuo intuito, pressoché instabile, fa tempestivamente scattare in ogni situazione di pericolo un ottimo sistema di autodifesa. C’è sempre in te qualcosa di indefinibile che ti rende molto attraente.
Conosci bene tutta la gamma delle sensazioni dalla gioia pura alla profonda malinconia.

Emotività, contraddizioni, ben si accordano con questo cocktail:

Ingredienti: Vodka, Vermouth dry, Vermouth bianco, gocce di limone, gocce di blue Curacao, aroma di gelsomino.
Colore: azzurro luminoso ( come l’acqua dei mari del Sud)
Sapore: molto morbido ma pieno. Dolcemente alcolico.
Profumo inebriante, aroma di gelsomino.

Astrologia: Riccardo FERRARI – rikferrari@gmail.com
Barman: S. B.