Nonostante il vaccino crescono i contagi nella Rsa di Cecina

Cecina RSA Iacopini: la ASL subentra nella gestione sanitaria e nell’organizzazione dei servizi. Continuano le verifiche.

La ASL è subentrata nella gestione sanitaria e nell’organizzazione dei servizi di pulizia, all’interno della RSA Iacopini di Cecina, nel frattempo il dipartimento di prevenzione sta portando avanti tutte le procedure di verifica sulla positività degli ospiti e del personale di supporto.

Gli ospiti positivi sono 24 su 37, 10 gli operatori sanitari su 36, 12 le suore su 13 e 5 gli ospiti del villaggio su 25, nei giorni prossimi saranno effettuati ulteriori tamponi e le relative sequenze per appurare se si tratta di variante inglese.

Attualmente i positivi sono o asintomatici o paucisintomatici, in 3 presentano sintomi moderati. Rimangono due le varianti inglesi individuate.

“E’ molto importante – sottolinea la ASL – tener conto dei tempi di vaccinazione perché, come è ormai noto il vaccino, in particolare nelle persone anziane, raggiunge il picco di copertura dopo 7/10 giorni dalla somministrazione della seconda dose. Stiamo anche verificando le date delle vaccinazioni e dei relativi richiami in modo da essere certi che al momento del contagio le coperture fossero totali. Nonostante ciò ricordiamo che il vaccino copre per il 95% e che la risposta immunitaria varia a seconda dell’età”.