Parte domenica prossima la XVIII Rassegna Polifonica

XVIII Rassegna di Polifonia Città di Livorno. In calendario cinque concerti di grande livello artistico e un corso di direzione per maestri di coro

Ritorna, dopo quasi due anni di pausa a causa della pandemia, la Rassegna di Polifonia Città di Livorno, organizzata dal Coro Rodolfo del Corona in compartecipazione con il Comune di Livorno, sotto la direzione del Maestro Luca Stornello.

Giunta quest’anno alla XVIII edizione, la Rassegna prevede 5 appuntamenti, il primo dei quali domenica prossima 28 novembre in Cattedrale.

L’iniziativa è stata presentata alla stampa oggi a Palazzo Comunale. Erano presenti, tra gli altri, l’assessore alla cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi, il direttore artistico della Rassegna di Polifonia Luca Stornello, la presidente del Coro Rodolfo Del Corona Marinella Viscusi, i rappresentanti degli enti co-organizzatori Fondazione Goldoni, ASA, Fondazione Livorno.

“Sono 18 anni – ha detto l’assessore Lenzi – che questa manifestazione va avanti e cresce sia dal punto di vista della qualità della proposta artistica alla cittadinanza, sia per la capacità di intervenire in luoghi che non sono nati per questo tipo di iniziative e che tuttavia, superando alcune difficoltà logistiche, si dimostrano adatti e rivelano tutta la loro bellezza. Ogni volta che si fanno manifestazioni di questo tipo, si accende una luce sul luogo che la ospita, un interesse da parte della cittadinanza che sicuramente darà impulso ad atti e progetti di recupero e salvaguardia da parte dell’Amministrazione comunale. Mi riferisco in particolare al Cisternone, edificio unico nel suo genere che grazie all’importante impegno di ASA siamo riusciti a coinvolgere in questa Rassegna”.

Sia il maestro Stornello che la presidente Viscusi hanno sottolineato i riconoscimenti che da tutta Italia ricevono per la qualità della Rassegna livornese e per il suo pubblico sempre numeroso, attento e competente.

Tante sono le corali italiane che chiedono di essere inserite nel programma livornese. Una rassegna che cresce sempre più, tanto da fare di Livorno un importante punto di riferimento, accanto ad Arezzo culla riconosciuta della polifonia nazionale e mondiale.

Numerosi i soggetti che, oltre agli enti organizzatori, hanno dato il loro sostegno all’iniziativa: la Regione Toscana, la Provincia di Livorno, la Diocesi e il Rettorato della Cattedrale, l’Associazione Cori della Toscana, l’Associazione Quartieri Uniti Eco-solidali, il Grande Oriente d’Italia – Oriente di Livorno, Casa Editrice Sillabe, Menaboni Srl, Gori Spedizioni, Coop Toscana-Lazio, Hotel Ariston, The Barge.

Il programma prevede cinque concerti, oltre all’importante momento formativo divenuto ormai parte integrante della Rassegna, e organizzato in sinergia con l’Associazione Cori della Toscana che riconosce così la posizione di rilievo di Livorno nella coralità della regione. Come ogni anno è posta massima attenzione alla qualità dei cori ospiti (tutti pluripremiati in competizioni di grande livello), tra i quali si rinnova il rilievo dato alla coralità al femminile così come la presenza di formazioni giovanili, a testimoniare l’attenzione verso le nuove generazioni che da sempre anima la Rassegna.

Domenica 28 novembre alle ore 17.00 nella Cattedrale di San Francesco in Piazza Grande aprirà la rassegna la Corale Zumellese di Mel (BL) diretta dal Maestro Manolo da Rold, compositore di livello internazionale, con un programma di grande suggestione che va dai capisaldi del romanticismo alle sorprendenti produzioni contemporanee.

Il Coro Rodolfo Del Corona si esibirà lunedì 20 dicembre al Cisternone, in Piazza del Cisternone, tra le 18.30 e le 22, in un inconsueta performance “Luci di Natale”, fatta di brevi interventi (nel contesto della visita guidata alla vasca e all’attico del monumento) che mirano a far risuonare la particolare acustica degli spazi.

Sabato 15 gennaio alle ore 21.15 nella Chiesa di San Ferdinando in Crocetta in Piazza Anita Garibaldi si esibirà il coro giovanile “Il Calicanto” di Salerno diretto dalla Maestra Silvana Noschese. Il programma, che spazierà attraverso i secoli, darà un saggio delle enormi potenzialità della polifonia al femminile.

Il Maestro Carlo Pavese, direttore e didatta di fama indiscussa, sarà il docente del corso di formazione per direttori di coro, che si terrà dal 5 al 6 febbraio e si concluderà con il concerto dei partecipanti domenica 6 febbraio alle ore 17.00 nella Chiesa di San Benedetto, in piazza XX Settembre.

Sabato 12 febbraio nella Chiesa di San Ferdinando in Crocetta la XVIII rassegna si chiuderà in bellezza con il concerto dell’ensemble italo-sloveno “Vikra” di Trieste, diretto dalla Maestra Petra Grassi, che ci porterà i suoni affascinanti di una terra di confine.

CALENDARIO POLIFONICO