Prende il via il festival ” Con-Fusione “

Domani  8 settembre partirà il Festival ” Con-Fusione “, di seguito il programma della prima giornata

 

L’8 settembre sono previsti ben tre spettacoli di
“Un cuore a pedali”
della Compagnia Nasca Teatri di Terra (evento gratuito):
alle ore 9:30 presso Villa Corridi;
alle ore 11:30 presso Chioschino di Villa Fabbricotti e
alle ore 16:30 presso Fortezza Nuova (palco piccolo).
Trama.
Caporaso da Olivotti, esploratore di professione , sempre in cammino, in bicicletta e con tutto l’occorrente addosso, capace di carpire le storie più intime e segrete delle città che attraversa e di ricostruire, con esse, una geografia fantastica ed illuminante.
Arriva in bici, anche sotto le tue finestre, racconta dei suoi viaggi e allena i bambini, anche fisicamente, al viaggio, alla fantasia, allo
sguardo, all’invenzione, alla meraviglia. Li prepara al viaggio della vita, perché si deve imparare a viaggiare ogni giorno, anche senza partire, anche solo per restare.
Ippolito Chiarello: ” Lo spettacolo nasce sul campo, scritto e provato sotto le finestre, nella modalità del mio Barbonaggio
teatrale, durante la pandemia, cercando di mettersi in ascolto. Dalla strada per arrivare anche nei teatri.”
Alle ore 17:30 presso la Fortezza Nuova (Sala degli Archi)
si svolgerà l’iniziativa Piccoli Critici –
Incontro famiglie
(Incontro gratuito).
Bambini e ragazzi appassionati di teatro, guidati da alcuni giornalisti della rivista teatrale online di Teatro e Critica che stanno seguendo gli spettacoli del Festival, si incontrano nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova per condividere nuovi stimoli e riflessioni con le proprie famiglie, in un’esperienza ricca e partecipata.

Alle ore 18:00 presso Fortezza Nuova visita guidata teatralizzata
“I Segreti del Gigante
Guerriero” condotta da Fabrizio Ottone delle Guide Labroniche (evento gratuito).
Alle ore 21:00 presso Fortezza Nuova
(palco grande) messa in scena dello spettacolo
“ Esercizi di Fantastica”
dell’Associazione Sosta Palmizi con Elisa Canessa, Federico Dimitri e Francesco Manenti.
Trama.
Una casa grigia. Tre personaggi grigi. Annoiati, scialbi e obnubilati dal mezzo tecnologico, si muovono come prigionieri di un meccanismo prestabilito, il loro sguardo è sempre rivolto agli schermi. Ma ecco arrivare un elemento inaspettato! Una farfalla sposterà il loro sguardo altrove e la casa diventerà teatro di nuove avventure e di trasformazioni. Un crescendo di emozioni e peripezie in cui i tre personaggi riscopriranno finalmente il potere della fantasia, in un continuo gioco a liberare i corpi e le menti.
Esercizi di fantastica racconta, con il linguaggio della danza e del movimento, il potere dell’immaginazione che trasforma cose e persone in qualcosa di sempre inaspettato e straordinario.
Gli autori sono stati ispirati dall’idea di Fantastica dello scrittore Gianni Rodari , di cui nel 2020 si celebrano i 100 anni dalla nascita. Vicino al surrealismo degli anni ’50 e ispirandosi all’opera di Alfred Jarry e alla sua patafisica (la scienza delle soluzioni immaginarie), Rodari affermava infatti l’esistenza di una Fantastica in totale contrapposizione alla Logica.
giornalisti della rivista teatrale online di Teatro e Critica che stanno seguendo gli spettacoli del
Festival, si incontrano nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova per condividere nuovi stimoli e
riflessioni con le proprie famiglie, in un’esperienza ricca e partecipata.
Alle ore 18:00 presso
Fortezza Nuova v
isita guidata
teatralizzata
“I Segreti del Gigante
Guerriero” condotta da Fabrizio Ottone delle Guide Labroniche (evento gratuito).
Alle ore 21:00 presso
Fortezza Nuova
(palco grande) messa in scena dello spettacolo
Esercizi di
Fantastica”
dell’Associazione
Sosta Palmizi con Elisa Canessa, Federico Dimitri e Francesco
Manenti.
Trama.
Una casa grigia. Tre personaggi grigi. Annoiati, scialbi e obnubilati dal mezzo tecnologico,
si muovono come prigionieri di un meccanismo prestabilito, il loro sguardo è sempre rivolto agli
schermi. Ma ecco arrivare un elemento inaspettato! Una farfalla sposterà il loro sguardo altrove e la
casa diventerà teatro di nuove avventure e di trasformazioni. Un crescendo di emozioni e peripezie
in cui i tre personaggi riscopriranno finalmente il potere della fantasia, in un continuo gioco a
liberare i corpi e le menti.
Esercizi di fantastica
racconta, con il linguaggio della danza e del movimento, il potere
dell’immaginazione che trasforma cose e persone in qualcosa di sempre inaspettato e straordinario.
Gli autori sono stati ispirati dall’idea di
Fantastica
dello scrittore Gianni Rodari
, di cui nel 2020
si celebrano i 100 anni dalla nascita. Vicino al surrealismo degli anni ’50 e ispirandosi all’opera di
Alfred Jarry e alla sua patafisica (la scienza delle soluzioni immaginarie), Rodari affermava infatti
l’esistenza di una Fantastica in totale contrapposizione alla Logica.
giornalisti della rivista teatrale online di Teatro e Critica che stanno seguendo gli spettacoli del
Festival, si incontrano nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova per condividere nuovi stimoli e
riflessioni con le proprie famiglie, in un’esperienza ricca e partecipata.
Alle ore 18:00 presso
Fortezza Nuova v
isita guidata
teatralizzata
“I Segreti del Gigante
Guerriero” condotta da Fabrizio Ottone delle Guide Labroniche (evento gratuito).
Alle ore 21:00 presso
Fortezza Nuova
(palco grande) messa in scena dello spettacolo
Esercizi di
Fantastica”
dell’Associazione
Sosta Palmizi con Elisa Canessa, Federico Dimitri e Francesco
Manenti.
Trama.
Una casa grigia. Tre personaggi grigi. Annoiati, scialbi e obnubilati dal mezzo tecnologico,
si muovono come prigionieri di un meccanismo prestabilito, il loro sguardo è sempre rivolto agli
schermi. Ma ecco arrivare un elemento inaspettato! Una farfalla sposterà il loro sguardo altrove e la
casa diventerà teatro di nuove avventure e di trasformazioni. Un crescendo di emozioni e peripezie
in cui i tre personaggi riscopriranno finalmente il potere della fantasia, in un continuo gioco a
liberare i corpi e le menti.
Esercizi di fantastica
racconta, con il linguaggio della danza e del movimento, il potere
dell’immaginazione che trasforma cose e persone in qualcosa di sempre inaspettato e straordinario.
Gli autori sono stati ispirati dall’idea di
Fantastica
dello scrittore Gianni Rodari
, di cui nel 2020
si celebrano i 100 anni dalla nascita. Vicino al surrealismo degli anni ’50 e ispirandosi all’opera di
Alfred Jarry e alla sua patafisica (la scienza delle soluzioni immaginarie), Rodari affermava infatti
l’esistenza di una Fantastica in totale contrapposizione alla Logica.