Partita l’opera di giardini e aiuole

Al via i lavori del Consorzio Leonardo per la cura di giardini, parchi e piante a Livorno. Squadre di giardinieri impegnati nello sfalcio, nell’irrigazione e nel taglio arbusti

E’ all’opera da ieri il Consorzio Leonardo che ha vinto l’appalto quadriennale del valore di 1 milione all’anno per la cura di giardini, parchi e piante in città. Il primo step è un insieme accelerato di interventi per spazi verdi curati, accessibili e sicuri. Nel frattempo il consorzio lavora al nuovo programma di azioni, che sarà sistematico e suddiviso in zone.

Questi gli interventi effettuati ieri, lunedì 13 luglio:

– la Rosa aiuole via Machiavelli
– piazza della Vittoria
– Shangay area ex asilo Ciro Menotti
– Ippodromo Caprilli
– Parco Pertini
– Villaggio Donnini
– Parco Soffredini
– Aiuole parcheggio Marilia di Banditella
– Giardino via Anna Frank

Due squadre sono state impegnate per le irrigazioni di soccorso alle alberature:
– Scopaia campione Chiesa
– Leccia via Botticelli
– Leccia rio Felciaio

– Fioriere e alberi in centro città (piazza Civica, piazza Grande)
– Piazza luogo Pio.

Si ricorda che durante il lockdown per DPCM si è bloccato il taglio del verde. A questo si è aggiunta la scadenza del vecchio appalto il 6 aprile scorso proprio nel periodo di massimo rigoglio vegetativo. Sempre causa covid sono slittati i tempi per convocare la gara per un nuovo appalto. Tutte concause che hanno determinato ritardi. Gli uffici comunali di competenza hanno impiegato ditte locali per lo sfalciamento dell’erba a più riprese in modo da garantire un verde dignitoso, consentendo anche la riapertura graduale di parchi e aree verdi attrezzate.

Con questo nuovo appalto affidato al Consorzio Leonardo, insieme all’impresa Savet di Monteriggioni, Manutencoop di Pontedera e Giardiniera Italiana di Pistoia, sarà assicurato il taglio del verde e la cura della città per 4 anni.

“Ha inizio una nuova fase per Livorno- afferma l’assessora all’urbanistica con delega al verde pubblico Silvia Viviani- Il Consorzio Leonardo si occuperà per 4 anni del verde urbano, ma è necessaria anche la collaborazione dei cittadini che devono sviluppare una coscienza naturalistica nell’ottica della sostenibilità e del rispetto di giardini, parchi e verde in generale.”