La banda città di Livorno riporta sorrisi nelle Rsa

Successo per il doppio concerto della Banda Cittadina nelle case di riposo Pascoli e Villa Serena

Successo e momenti di commozione per il doppio concerto della Banda cittadina “Città di Livorno”, sabato 16 ottobre, nelle RSA    comunali, per allietare gli ospiti e il personale. Dopo i tantissimi mesi di solitudine a causa della pandemia, un momento di spensieratezza per dare il senso del ritorno alla auspicabile normalità.

I musicisti si sono esibiti nella RSA “Pascoli”, nel giardino posto sul retro della struttura, e alla RSA Villa Serena, nella terrazza .

Alcuni ospiti hanno partecipato scendendo nelle zone indicate, altri si sono affacciarsi dalle finestre delle proprie camere e dei locali comuni delle strutture per assistere allo spettacolo che, come riassume il presidente della Banda, Dino Bettinetti hanno presentato un tipico repertorio bandistico, con marcette classiche quali “Pirimavera a Sarajevo”, “Super”, “Mezzo agosto”, “Memo, per 30/40 minuti in ognuna delle due strutture.

L’iniziativa, promossa dal Comune è stata fortemente voluta dall’assessore al Sociale Andrea Raspanti ed è stata accolta con grande entusiasmo sia dalla Banda che dai gestori delle case di riposo.

 

“Il nostro impegno, in coerenza con le raccomandazioni di Governo e Regione – ha dichiarato l’assessore Andrea Raspanti – è quello di restituire alle RSA la loro identità di comunità di vita e non di semplice luogo di custodia com’è stato, per forza, nel corso della pandemia. Sono stati mesi lunghi e drammatici, di radicale isolamento sociale. Adesso, con tutte le dovute accortezze, è giusto restituire alle persone che vivono all’interno stimoli e opportunità. Le RSA comunali sono state tra le prime a dotarsi di stanze degli abbracci all’inizio del 2021. Abbiamo fatto importanti migliorie strutturali e acquistato nuovi letti e televisori. In seguito abbiamo riaperto le visite secondo le nuove indicazioni sette giorni su sette. Abbiamo ripristinato le celebrazioni religiose all’interno a cadenza settimanale e programmato attività ricreative straordinarie. Devo ringraziare la banda per l’entusiasmo e la disponibilità con cui ha accolto la mia proposta di questo concerto. Sarà sicuramente apprezzato dagli ospiti come dal personale, che ha dato tanto in questo periodo critico”.