Pensioni: dal 1° di aprile torna tutto come prima

Pensioni, dal mese di aprile cambiano i pagamenti: le nuove date e tutti gli aumenti.

Addio allo stato di emergenza: dal mese di aprile le pensioni torneranno ad essere pagate come prima della pandemia cioè al primo di ogni mese.

Finito lo stato di emergenza, contrariamente alle voci che circolavano, i pensionati che ritirano i vitalizi presso gli Uffici Postali dal mese di aprile, torneranno a riscuotere da primo del mese e non più in anticipo, come come avveniva sino a prima del Covid.

Dall’ 1 Aprile anche i pensionati titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution vedranno gli accrediti in tale data. Per il ritiro in contanti sarà mantenuto il turno alfabetico affisso all’esterno di ciascun ufficio postale.

Ricordiamo che anche ad aprile molte pensioni saranno più alte, per effetto della riforma Irpef introdotta con l’ultima Legge di bilancio, che ha portato le aliquote da 5 a 4 e le ha riviste:

  • fascia di reddito fino a 15mila: aliquota resta al 23%,
  • fascia di reddito 15-28mila: aliquota passa dal 27% al 25%,
  • fascia di reddito 28-50mila: aliquota passa dal 38% al 35%,
  • oltre i 50mila: scatta aliquota al 43%.