Campane a morto per 39 medici

di Roberto Olivato

In un comune del Varesotto é andata in scena questa mattina, una manifestazione di alcune Forze dell’ Ordine e volontari che posizionatesi davanti all’ ospedale, hanno suonato le sirene ed applaudito a medici ed infermieri, quale ringraziamento per il sacrificio a cui sono sottoposti. Il fatto che ha commosso molti, ci trova contrari ad una simile manifestazione di solidarietà per motivi che abbiamo già rappresentato più volte,  sulle pagine del nostro giornale. Troviamo assurdo una tale dimostrazione in quanto la stessa avalla, ma forse i promotori non ci hanno pensato, lo stato di abbandono degli operatori sanitari da parte del Governo, che non é stato ancora in grado di fornire di mascherine e quant’altro tutto il personale sanitario. E’ facile e semplicistico applaudire persone che senza strumenti, ma con grande spirito di abnegazione, lavorano sapendo di mettere a rischio la loro vita, senza che nessuno delle Istituzioni li abbia messi in sicurezza. Se andiamo avanti di questo passo, visti anche i 39 decessi di medici, più che le sirene e battimani fra qualche giorno il suono più idoneo, sarà quello delle campane a morto ed il Killer sarà stato il Governo. Quindi meno sceneggiate e più concretezza visto che ormai é passato più di un mese ed i dispositivi di protezione personale sono ancora insufficienti e non sembra che a brevissimo sia previsto l’arrivo del materiale. Vergognoso é un eufemismo. Meglio criminale! (allegato video)