Il peregrinare in cerca del posto auto esaspera gli abitanti del centro

di Roberto Olivato

Continuano le lamentele degli abitanti del centro per l’atavica carenza di parcheggi che, anche dopo l’eliminazione dei parcheggi a pagamento, decisa dall’assessore alla mobilità Giovanna Cepparello e la tinteggiatura bianca dei posti auto, che per la verità non sono stati completati, riscontrano l’insufficienza di posti auto.

Tale insufficienza oltre a creare perdite di tempo per i possessori delle lettere C e D, che si trovano a girovagare specialmente la sera, alla ricerca di un posto dove lasciare l’auto, a volte occupati da moto e motorini, porta in molti casi all’esasperazione.

Le richieste che giungono alla nostra redazione sono molteplici e tutte tendenti a farci da tramite verso l’Amministrazione, affinché venga risolto una volta per tutte questo problema.

Più volte ci siamo resi portavoce di questi disagi, ma ci è sempre stato risposto che non esiste spazio a sufficienza per la creazione di nuovi posti auto e questo, secondo l’Amministrazione, taglia la testa al toro.

In molte occasioni, proseguono alcuni abitanti del centro, ” nelle ore diurne i posti auto vengono occupati da mezzi delle Poste, da veicoli di piazzisti di varie aziende che forniscono il mercato e negozi della zona, senza contare che alcuni locali pubblici hanno ottenuto il permesso per occupare con tavolini alcuni spazi blu. La sera dopo le 20, arrivano auto da ogni parte attirate dalla movida dei bar presenti in loco e quindi l’ansia serae della caccia al posto auto aumenta a dismisura.”