Presentata la IV edizione del Senso del Ridicolo

di Roberto Olivato

Presentata questo pomeriggio 25 luglio presso la Fondazione Livorno, la quarta edizione del “Senso del Ridicolo”, il festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira diretto da Stefano Bartezzaghi. Promosso dalla Fondazione Livorno, è gestito e organizzato da Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana. La kermesse si svolgerà nei giorni 27,28 e 29 settembre, tre giorni di eventi, attori, autori, filosofi, scrittori, giornalisti, radio-star, letterati e, naturalmente, comici si interrogheranno sul significato del riso e sulla straordinaria funzione illuminante dell’umorismo, della comicità e della satira che Massimo Recalcati. uno dei più noti psicoanalisti italiani, nella lectio magistralis, dice che sono “le vicissitudini tragicomiche del desiderio” e proprio Recalcati venerdì 27 settembre, alle ore 17.30 in Piazza del Luogo Pio, inaugurerà il festival. ” Si oscilla fra il dolore e la farsa e gli umoristi – sottolinea Recalcati – sono coloro che sanno come approfittare dello slancio dato dal polo del tragico per sospingere il pendolo verso il polo del ridicolo”. Era quello che sapeva fare forse meglio di tutti Achille Campanile, un inarrivabile campione dell’umorismo italiano del Novecento. Sempre nella serata inaugurale di venerdì 27 settembre, alle ore 21 in Piazza del Luogo Pio, Anna Bonaiuto leggerà alcune lettere di Campanile, pagine dedicate a figure femminili, in particolare a mogli irragionevoli e scorbutiche, secondo uno stereotipo profondamente radicato. E d’altra parte non sono proprio i luoghi comuni, i cliché, gli stereotipi a costituire la base dell’umorismo? Ospitato nel quartiere della Venezia, il festival si svolge tra piazza del Luogo Pio, Museo della Città, teatro Vertigo, teatro Goldoni, Fondazione Livorno e scali Finocchietti. Diretto da Stefano Bartezzaghi e promosso da Fondazione Livorno, è gestito e organizzato da Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana. Alla presentazione anche il sindaco Luca Salvetti che nel salutare gli organizzatori e tutti  i presenti ha detto ” E’ senz’altro una proposta culturale di alto livello, che qualifica il nostro inizio mandato. Un festival che deve portare a cercare dentro di noi, quella dose di  senso del ridicolo che ognuno ha, per aiutarci a sdrammatizzare le nostre giornate” . 

I Protagonisti
Chiara Alessi, Stefano Andreoli, Marco Ardemagni, Marco Belpoliti,
Anna Bonaiuto, Matteo Caccia, Maria Cassi, Filippo Ceccarelli, Ascanio Celestini,
Sara Chiappori, Pilar Fogliati, Federica Fracassi, Bruno Gambarotta,
Gabriele Gimmelli, Eva Giovannini, Sofia Gnoli, Silvio Orlando, Massimo Recalcati, Bobo Rondelli, Irene Soave, Nadia Terranova

Programma dettagliato e prevendita biglietti da domani 26 luglio www.ilsensodelridicolo.it

Programma del 27 Settembre  ( prima serata )

PIAZZA DEL LUOGO PIO

17,30   Saluti istituzionali

Evento 1
21,00  Massimo RecalcatiIl desiderio ci prende in giro? Sulle vicissitudini tragicomiche del desiderio umano

La vita del nevrotico è, insieme, una tragedia e una farsa. Lo stesso si può dire delle vicissitudini del desiderio: c’è del tragico e c’è del comico. Anche il mestiere dello psicoanalista, confrontandolo con la tragedia e le “comiche” del desiderio, oscilla tra l’esperienza del dolore e quella ironica dell’incontro con le maschere farsesche della commedia della vita.    Ingresso gratuito

Evento 2
21,00  Anna Bonaiuto con Stefano BartezzaghiLa moglie di Socrate, la guercia del Tasso e altre donne sotto il tallone d’Achille (Campanile)   Ingresso € 3 

Achille Campanile rivelò il suo vero talento quando, giovanissimo redattore di un quotidiano, pubblicò la notiziola di una vedova che visitava la tomba del marito tutti i giorni e proprio lì era spirata, dandole come titolo: “Tanto va la gatta al lardo”. Da allora la donna è per Campanile l’altra campana: il contrappunto polemico e la logica eversiva, lo zimbello e il detonatore delle convenzioni borghesi. Letture e conversazioni di Anna Bonaiuto e Stefano Bartezzaghi cercano di stabilire se la misoginia del Genio di Velletri fosse vera o recitata.
21:00

TEATRO  VERTIGO

Evento 3
21,00  Proiezione del film Prendi i soldi e scappa di Woody Allen   Ingresso  € 3