Presentato il Premio Rotonda 2019

di Rita Santuari

Erano veramente in tanti gli artisti livornesi all’incontro che si è svolto giovedì 20 giugno, presso la sede dell’ Associazione RO ART in via Maria Terreni. Il presidente Roberto Russo nonchè responsaqbile del progetto Rotonda, ha illustrato e sottoposto ai presenti , come intende organizzare e far decollare anche per il 2019 questa ambita kermesse labronica di opere d’arte. In primo luogo evidenziando le difficoltà finanziarie che in questo tipo di manifestazione sono consistenti, anche perchè non c’è nessun contributo, per ora,da parte dell’amministrazione comunale e perciò le spese sono d’affrontare in modo corale da tutti i partecipanti con le quote d’affitto dei gazebo . Il Premio Rotonda comunque è garantito dalla famiglia Borgiotti come sempre. E’ stato abolito il bando di partecipazione che prevedeva una selezione, basta fare la domanda di partecipazione direttamente via e-mail info@premiorotanda.it – Il Presidente prosegue dando alcune dritte per come vorrebbe vedere impostata la mostra per una corretta interpretazione dell’evento d’arte e cioè che l’artista possa esporre le proprie opere con le sue esigenze , ma sarebbe opportuno esporre la produzione recente e possibilmente con criteri omogenei magari con un autoselezione delle proprie opere. Dunque progetti condivisi con gli artisti per soddisfare l’innovazione e dare una nuova sinergia ad un’insieme importante del premio. Ci sono in serbo progetti per il premio, come realizzare un museo all’aria aperta ,saranno realizzati video e promo prima, durante e dopo, il catalogo. Inoltre, durante l’esposizione ci saranno incontri con critici, dibattiti . tavole rotonde. Ancora sconosciuti i nomi della giuria tranne quello di Massimiliano Simoni direttore artistico della manifestazione. Per la sopravvivenza del Premio Rotonda è previsto un aumento del 30% rispetto al 2016 che può essere modificato in base alla partecipazione: più partecipanti più entrate più basso il costo dell’affitto spazi. Alla quota d’iscrizione di 50,00 Euro va aggiunto l’affitto dei gazebo con prezzi variano da 350 – 400 Euro sino a  950,00, costi giudicati eccessivi da parte degli artisti presenti. Per esperienza di anni vissuti a stretto gomito dei pittori, credo che alla fine ci saranno ancora tutti e con qualche ingresso di nuovi. La tradizione mi conferma che non rinunceranno a questa kermesse, che ormai dopo 66 anni fa parte del DNA dei nostri bravissimi artisti Livornesi.