Bando Comune per riapertura asili e centri estivi

Rivolto ai soggetti privati e associazioni indicate dal Governo. Centri estivi per bambini e ragazzi. A breve un bando del Comune

Sulla rete civica le Linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Il Comune di Livorno emanerà a breve un bando per l’attivazione di centri estivi, per bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni, differenziati a seconda della fascia di età. Il bando sarà costruito sulla base delle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19”, realizzate dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Sarà rivolto a tutti i soggetti privati, organizzazioni, associazioni sportive, di volontariato, enti del terzo settore, ludoteche, centri per famiglie e oratori, come recitano le linee guida stesse.

Le Linee guida sono pubblicate sul sito del Comune, nella sezione Educazione e Scuole > Estate bambini e ragazzi: http://www.comune.livorno.it/educazione-scuola/estate-bambini-ragazzi

Gli interessati sono invitati a prenderne visione, con particolare attenzione al capitolo 3 “ Attività ludico-ricreative – centri estivi – per i bambini d’età superiore ai 3 anni e gli adolescenti con la presenza di operatori addetti alla loro conduzione utilizzando le potenzialità di accoglienza di spazi per l’infanzia e delle scuole o altri ambienti similari (ludoteche, centri per famiglie, oratori, ecc.)”.

Al punto 3.9 delle Linee Guida è precisato che “il gestore dell’attività deve garantire l’elaborazione di uno specifico progetto da sottoporre preventivamente all’approvazione del Comune nel cui territorio si svolge l’attività, nonché, per quanto di competenza, da parte delle competenti autorità sanitarie locali”.

A questo scopo questa mattina si è tenuto un incontro negli uffici istruzione del Comune in via delle Acciughe, per la creazione di un tavolo tecnico con competenze in materia educativa, sociale (Comune) e igienico sanitario (ASL) .