In aumento la povertà in Toscana

Nel pieno del clima natalizio, anche se stando ai negozianti gli acquisti sono stazionari e non parlano ancora il “natalese“, in Toscana ( fonte Ansa ), esistono ancora sacche di povertà assoluta che colpiscono soprattutto le famiglie numerose o quelle composte da giovani e stranieri. In totale nel 2017, ultimi dati di uno studio, la povertà interessava 117.000 persone (il 3,1% sul totale degli abitanti) e 63.000 famiglie (3,9% del totale), dati quasi raddoppiati rispetto al 2008 quando erano considerate povere 66.000 persone e 32.000 famiglie. Il quadro emerge dal terzo rapporto sulle povertà in Toscana realizzato dall’Osservatorio sociale regionale. Dal punto di vista territoriale la povertà assoluta continua ad essere maggiore nelle grandi aree urbane, sulla costa e agli estremi nord e sud della Toscana. Per l’assessore vice presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi il rapporto “fa conoscere i reali bisogni delle persone, per meglio programmare gli interventi di contrasto ai processi di impoverimento e di esclusione sociale, per contrastare la povertà, ma anche per individuare i fattori di rischio per prevenirla”.