“La Vecchia Venezia” a rischio chiusura

L’insufficienza di posti all’interno del locale, causa le distanze del Covid-19, ha portato i titolari a chiedere il posizionamento di tavoli anche all’esterno, purtroppo l’Amministrazione dice no mettendo a rischio l’attività. Il video dell’intervista

di Roberto Olivato

Mattinata di protesta dei gestori del ristorante La Vecchia Venezia in via della Venezia. L’occasione è stata motivata dal diniego dell’Amministrazione di concedere il permesso del posizionamento serale, di tavolini sulla strada. I titolari si dichiarano stupiti per il divieto, che dopo tre mesi di Covid-19, si sono trovati costretti a ridurre il personale. Uno dei due soci Pinto Francesco Nicola si di ce stupito per la bocciatura del progetto, in quanto rispecchiava lo stesso dislocamento di tavoli attuato in occasione di Effetto Venezia. Il geometra Pierluca Perucci progettista dell’iniziativa ha condiviso il disappunto dei due titolari ” Ho presentato nei tempi previsti il progetto e dopo una prima vaga risposta, l’ho ripresentato ma la risposta é stata di totale chiusura. E’ inconcepibile perché nel progetto sono state rispettate tutte le misure di distanziamento ed era previsto lo spazio idoneo al passaggio dei mezzi di soccorso. Un rifiuto, quello dell’Amministrazione, veramente immotivato.” In allegato il progetto presentato in Comune. A raccogliere il malumore dei due esercenti il consigliere comunale Andrea Romiti capogruppo di Fratelli d’Italia.

IL PROGETTO

PROGETTO VENEZIA