Nella Zlsr c’è posto anche per Livorno

In risposta alla lettera inviata dal presidente Enrico Rossi, il ministro Provenzano ha così risposto: Livorno può essere inserita nella Zona Logistica Semplificata Toscana.

Soddisfazione dell’assessore Gianfranco Simoncini: “Due risultati di grande valore per il futuro di Livorno e del suo porto, tanto più importanti in questa fase”

Livorno può essere inserita nell’istituenda Zlsr  ( Zona Logistica Semplificata Rafforzata) Toscana , a chiarirlo il ministro per il Sud e per la Coesione Economica Giuseppe Provenzano, con una lettera trasmessa oggi al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che alcuni giorni fa aveva scritto al Ministro chiedendo che venisse superato ogni dubbio in tal senso.

“Non rilevo alcun ostacolo – si legge nella lettera del ministro Provenzano – né giuridico né tantomeno politico, in virtù del quale la ZLS Toscana non possa ricomprendere anche l’Area di Crisi Complessa di Livorno e il relativo Porto, garantendo così anche a questa parte di territorio di avvalersi di importanti vantaggi competitivi”.

Il ministro Provenzano, nel ricordare come uno dei suoi primi impegni sin dall’inizio del mandato sia stato il rilancio delle Zone Economiche Speciali e il rafforzamento dell’importante strumento delle Zone Logistiche Semplificate, estendendo a queste ultime gli incentivi economici già previsti dalla normativa vigente per le Zone Economiche Speciali, ha garantito che i suoi uffici sono pronti a ricevere ed esaminare con la massima sollecitudine, così come impone il contesto emergenziale, la proposta di istituzione della Zona Logistica Semplificata per la Toscana.

Grande soddisfazione per la risposta del ministro Provenzano al presidente Rossi è stata espressa da Gianfranco Simoncini, assessore comunale al lavoro e allo sviluppo economico.

“Viene garantita la possibilità per Livorno ed il suo porto – dichiara Simoncini – di poter essere inserite nella Zlsr, superando ogni dubbio interpretativo che era stato sollevato. Inoltre il ministro s’ impegna a garantire nella nuova programmazione europea la possibilità che a Livorno possano arrivare il credito di imposta e il sostegno anche alla grande impresa. Due risultati di grande valore per il futuro di Livorno e del suo porto, tanto più importanti in questa fase. Ringrazio il Ministro, il presidente Rossi e l’onorevole Romano per aver sostenuto con forza l’obbiettivo che il sindaco Salvetti aveva proposto anche nell’ultima seduta della cabina di regia sull’Adp per l’Area di crisi complessa”.