Quando si vuole tutto si può fare

Iniziati i lavori di rifacimento di piazza del Luogo Pio, trasferiti i parcheggi dei residenti. Ma per strade e marciapiedi cittadini non si nota la stessa volontà nei lavori di risanamento.

di Roberto Olivato

Sono iniziati i lavori di rifacimento in piazza del Luogo Pio in occasione della Mostra di Modigliani, che sarà allestita al Museo della Città dal 7 novembre sino al 16 febbraio 2020. Per l’intero periodo i residenti sfrattati dal parcheggio della piazza, potranno usufruire del parcheggio di Santa Trinità con 119 stalli oltre a 17 posti auto in via Sant’Anna. Allo studio dell’Amministrazione l’utilizzo dell’area della stazione marittima confinante col mercatino americano, che potrebbe diventare il parcheggio definitivo per i residenti della Venezia con lettera A, qualora piazza del Luogo Pio non ritornasse ad essere più adibita alla sosta auto. Contemporaneamente ai lavori della piazza sono iniziati, da parte dell’Asa anche quelli d’installazione di una fontanella pubblica dell’acqua AQ (alta qualità) nell’ antistante piazza Anita Garibaldi. Tutte queste energie messe in campo dalla nostra Amministrazione, se da una parte non possono che fare piacere per la valorizzazione di una piazza fra le più antiche di Livorno, dall’altra lasciano l’amaro in bocca quando, guardandoci attorno, notiamo una Fortezza Vecchia abbandonata a se stessa, via Grande come altre vie cittadine disseminate di buche, manti stradali malamente rattoppati come i molti marciapiedi che oltre ad avvallamenti presentano i percorsi tattili quelli per non vedenti, completamente distrutti. Basterebbe fare un giro in via Cairoli, ma anche in altre zone dove quei percorsi sono presenti . Pertanto il dispiegamento di uomini e mezzi messi in campo in Luogo Pio, sono la dimostrazione che quando si vuole tutto é possibile e tutto ciò é molto triste.