Il Ruspante.news, dà spazio ai Candidati a sindaco

Apriamo da oggi la rubrica Politica nella quale siamo pronti a pubblicare tutte le posizioni, i programmi, i botta e risposta e le critiche  fra i candidati a sindaco delle prossime Amministrative. Questa carrellata si apre con un comunicato di Andrea Romiti candidato a Sindaco per il centrodestra. Ogni intervento sarà pubblicato in modo asettico, senza alcun commento da parte nostra, ma esclusivamente con l’intento di poter meglio far conoscere le posizioni dei vari candidati a beneficio degli elettori.

Stella Sorgente come gli alunni fannulloni

Il vicesindaco Stella Sorgente è come quegli alunni fannulloni che per tutto l’anno scolastico fanno “brucia” e nell’ultima settimana di scuola pensano di recuperare il tempo perduto implorando i  professori e millantando grandi propositi. La sua lettera al governatore Rossi sull’urgenza di firmare l’accordo per l’ospedale è una plateale, irrispettosa presa in giro verso i cittadini livornesi. Per 4 anni e 10 mesi Sorgente e il suo sindaco nulla hanno fatto in merito all’ospedale e tantomeno mai si sono occupati dei gravissimi problemi quotidiani che affliggono la sanità livornese. Ora però, a due mesi dalle elezioni, per la Sorgente e Nogarin è diventato fondamentale evitare “stalli a danno dei cittadini”. Siamo alla farsa. I due nella campagna elettorale del 2014 avevano promesso di stralciare immediatamente il delirante accordo per l’ospedale a Montenero per poi procedere alla ristrutturazione del presidio di viale Alfieri. Ebbene, per dire no a Montenero hanno impiegato oltre 1600 giorni e si sono nel frattempo dimenticati il mantra della ristrutturazione con cui si erano sciacquati la bocca, al punto che oggi, per la Sorgente il nuovo ospedale è fondamentale e urgente, bisogna firmare subito, dice, anche mangiando spazi al Parco Pertini, anche accettando l’organizzazione per intensità di cura contro cui i 5 Stelle si erano sempre dichiarati, e il perché è chiaro a tutti: candidatasi a sindaco dopo la fuga del suo mentore, ha necessità di dare qualcosa in pasto agli elettori dopo 5 anni di nulla totale. Ma i livornesi sapranno giudicare. E si chiederanno, come facciamo noi, se il vicesindaco non ha ritenuto altrettanto fondamentali e urgenti in questi 5 anni l’abbassamento delle liste di attesa diagnostiche e chirurgiche, l’aumento dei posti letto che vede a Livorno una media di 2,4 letti ogni mille abitanti contro i 3,3 posti letto ogni mille abitanti del resto della Toscana, e poi impegnarsi per aumentare gli organici di medici, infermieri e operatori socio sanitari più bassi di quelli degli altri presi dell’Asl. È evidente che in questi 5 anni Sorgente sia stata sempre assente, come il sindaco Nogarin. E come succede a scuola, nell’ ultima settimana non potrà evitare una sonora e meritata bocciatura .

Candidato Sindaco              Lega–Forza Italia–Fratelli d’Italia
Andrea Romiti